9 maggio 2021 – 6^ Domenica di Pasqua

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 4, 7-10; Gv 15, 9-17

“Come io ho amato voi”
A volte i funerali non sono solo un momento di preghiera e di compianto del defunto, ma solo l’occasione per ricordare con rimpianto i buoni insegnamenti lasciati, i valori per cui è vissuto e che ha testimoniato in vita.
Sono l’eredità più preziosa e indelebile che rimane nel cuore, il motivo per cui ringraziare del bene che si è ricevuto.
È proprio allora che si prende consapevolezza di quanto si è stati amati, e nasce il desiderio di mettere in atto a propria volta l’insegnamento ricevuto. È questa la preziosa eredità che ci ha lasciato Gesù: il suo amore. Più che essere un obbligo, un’imposizione, è l’insegnamento di vita più importante che ogni persona ha il diritto di sperimentare: sentirsi amato da Dio. E se tu ne hai fatto esperienza, non c’è ringraziamento più grande verso Dio che quello di amare gli altri non come tu vorresti o finchè te la senti, ma così come tu hai sperimentato che Dio ti ama.
Se hai preso consapevolezza che Lui ti ama, non puoi non sentire a tua volta il desiderio di mettere in pratica l’insegnamento che hai ricevuto.

In breve
Fare esperienza dell’amore che Dio ha per te è l’insegnamento più importante che la vita ti può dare. E se l’hai ricevuto, non puoi non sentire il desiderio di metterlo in pratica anche tu. Amare gli altri come Dio ti ha amato.

Fonte:
La Buona Novella 👉 http://bit.ly/32KcmSP

Sorgente: <a href="9 maggio 2021 – 6^ Domenica di Pasqua“>Cuore Immacolato di Maria Molfetta

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *