Troppo bello per essere vero! – Vangelo e Vita

Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?».

Lc 24,35-48
qui il testo: bit.ly/3rZ9zQH

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO!
Capita spesso, in queste domeniche di Pasqua, di ascoltare i racconti delle apparizioni di Gesù ai discepoli. Il comune denominatore è sempre la paura e lo smarrimento.
Anche oggi i discepoli sono presi dal dubbio, ma questa volta il dubbio non nasce dalla sofferenza, o dall’esperienza fatta in precedenza. L’evangelista Luca è attento a sottolineare che si tratta di un dubbio che nasce dalla gioia. Sono talmente tanto pieni di gioia e di stupore da dubitare. Troppo bello per essere vero! Così dovremmo forse sintetizzare l’esperienza del risorto nel Vangelo di oggi.
Gesù, cerca di rassicurarli, cerca di far capire che lui non è un fantasma, che quella gioia non è una suggestione, ma è qualcosa di vero. E per far questo deve sedersi a tavola e mangiare con loro.
Quasi ad indicare a ciascuno di noi che la conferma della veridicità di qualcosa che viviamo, è soltanto quando si compromette con la tavola, ossia, con il nostro quotidiano. Quando, cioè, cambia la nostra maniera di svegliarci la mattina, di mangiare, di lavorare, di studiare. Quando cambia le cose semplici, quando si insinua nella nostra routine e cambia l’atteggiamento della nostra quotidianità.
Lì ci si accorge effettivamente quando un esperienza, nella nostra vita, è vera.

“Manda il tuo Spirito perché sappia testimoniarti a quanti incontro nel mio quotidiano.”

don Nino Prisciandaro

Sorgente: <a href="Troppo bello per essere vero! – Vangelo e Vita“>Santa Maria della Stella Terlizzi

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.