28 aprile 2019 – 2^ domenica di Pasqua

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 20,19-31

” Io mando voi”
Il Vangelo si apre dicendo che i discepoli sono in un luogo a porte chiuse per timore dei Giudei, ma l’improvvisa apparizione del Risorto cambia la situazione iniziale proprio nel suo inverso. Non bisogna più rimanere all’interno ma andare all’esterno; non si deve più stare segregati con i propri compagni, ma raggiungere il mondo; non si può più provare timore per le proprie convinzioni e la propria esperienza, ma è necessario aver il coraggio di manifestarsi agli altri. In una sola parola gli apostoli sono “mandati, inviati” al mondo. Non è un’esortazione da tenere in considerazione in base all’opportunità della situazione, ma un comando, una missione che dà al discepolo un impegno ed una responsabilità che non conosce termine. Se la Pasqua ha risvegliato la tua fede, allora sentirai anche tu lo slancio di condividere con gli altri qualcosa della pace e della gioia che il Signore Risorto ti ha donato.

In breve
Ogni volta che fai esperienza della Risurrezione del Signore, non puoi rimanere come prima. La tua fede risvegliata ti fa avvertire la necessità interiore di condividere con gli altri la tua gioia e la tua pace.

* * *

Fonte:
https://t.me/labuonanovella
https://www.instagram.com/buona_novella/

Sorgente: <a href="28 aprile 2019 – 2^ domenica di Pasqua“>Cuore Immacolato di Maria Molfetta

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *