24 marzo 2019 – 3^ domenica di Quaresima

Dal Vangelo secondo Luca
Luca 13,1-9

“Sono tre anni che aspetto i frutti”
Il padrone della vigna rivendica dei frutti dall’albero di fichi, in caso contrario è disposto a tagliarlo. È da tre anni che attende, ma invano. La sua richiesta è legittima, come anche la decisione di eliminarlo per la sua infruttuosità. Forse anche noi a volte viviamo ignorando l’idea non solo che Dio attende da noi dei frutti, ma per di più da molto tempo, da molti anni.
Tutto quello che egli ci dona è come il terreno necessario all’albero per produrre frutti. Ma quando questi non compaiono, ecco che allora pure noi stiamo sfruttando i suoi doni, ma per noi stessi, per i nostri interessi, non generando quel bene che Egli attende da noi.
Ti sei mai chiesto come avrebbe potuto trasformarti in meglio il bene che non hai fatto? Quali frutti Dio sta aspettando ancora da te?

In breve
Il bene non va fatto solo in modo emotivo e occasionale, ma esercitando continuamente le qualità e le opportunità di cui il Signore ti ha dotato.

 

Fonte:
https://t.me/labuonanovella
https://www.instagram.com/buona_novella/

Guarda la Video-riflessione della domenica

 

Sorgente: <a href="24 marzo 2019 – 3^ domenica di Quaresima“>Cuore Immacolato di Maria Molfetta

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *