Pellegrinaggio parrocchiale a Lourdes: una boccata d’ossigeno spirituale


DSC_0391
Lo scorso 14 luglio alle ore 5,15 del mattino, cinquantadue “pellegrini” si sono ritrovati sul sagrato della nostra parrocchia, ancora un po’ insonnoliti ma impazienti di cominciare la trasferta che li avrebbe portati nei luoghi delle apparizioni mariane a Lourdes, non senza passare attraverso i luoghi più interiori del proprio spirito.

Il viaggio è iniziato sotto i buoni auspici di una splendida alba, che si è fatta ammirare dai finestrini del pullman diretto verso l’aeroporto di Palese.

Dopo l’arrivo a Lourdes il pellegrinaggio è ufficialmente iniziato con l’introduzione e la benedizione del parroco, don Vincenzo Di Palo, e la visita alla grotta delle apparizioni. 

Nei giorni successivi, ai momenti di raccoglimento e preghiera individuali si sono alternati quelli comunitari: le sante messe nelle diverse basiliche, la suggestiva processione con i “flambeaux” e quella eucaristica, la visita ai luoghi di Santa Bernadette, il rosario recitato davanti alla grotta insieme a tutti i gruppi di pellegrini presenti e quelli, più “riservati”, della sola nostra comunità nello spazio erboso sulla riva opposta del fiume…

Particolarmente significativa è stata l’esperienza della messa internazionale nella gigantesca Chiesa sotterranea di San Pio X, dalla particolare forma di carena di nave capovolta (la Chiesa è la “barca di Pietro” pilotata da Cristo): la presenza di migliaia di pellegrini e di tanti celebranti di diverse nazionalità (tra i quali il nostro parroco), le preghiere e i canti in lingue diverse, gli striscioni e gli stendardi che, ordinatamente esposti, rappresentavano tutte le comunità presenti hanno permesso di respirare una emozionante atmosfera di universalità e fratellanza. 

Altro momento denso e suggestivo è stato quello della Via Crucis sulla collina, un percorso che, nonostante la fatica della salita e il caldo delle ore del primo pomeriggio, ha regalato intense emozioni a tutti i partecipanti. 

Alcuni fra i nostri pellegrini hanno anche provato l’esperienza del bagno nelle piscine, vissuto in maniera coinvolgente ma diversa e personale per ognuno.

Cinque giornate ricche di bellezza, pace, condivisione, preghiera, spiritualità e amicizia, accompagnate anche da uno splendido cielo che si è mantenuto insolitamente sereno e assolato per tutto il tempo.

Col ritorno a casa, martedì 18 luglio, ciascuno dei partecipanti ha portato con sè un pezzettino di quel cielo ricco di pace e bellezza, insieme alle immancabili bottigliette della famosa acqua da distribuire ad amici e parenti.

 

DSC_0074
DSC_0075
DSC_0079
DSC_0117
DSC_0119
DSC_0125
DSC_0128
DSC_0537
DSC_0036 1
DSC_0135
DSC_0137
DSC_0140
DSC_0181
DSC_0296
DSC_0297
DSC_0391
DSC_0393
20170716_172938
20170715_212645
20170715_215254
20170716_214712
20170716_214751
20170717_144115
20170717_144140
20170717_153232
20170717_154349
20170717_202432
20170717_202513
20170717_202608
20170717_202639
20170717_202659
20170717_202726
20170717_202824
20170717_214904
20170717_215449
20170718_093937
DSC_0558

Sorgente: <a href="Pellegrinaggio parrocchiale a Lourdes: una boccata d’ossigeno spirituale“>Cuore Immacolato di Maria Molfetta

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *